Il corso si articola annualmente nell'ambito di 20 incontri della durata di 8 ore ciascuno (un sabato e domenica al mese, da settembre a giugno. Tre volte all’anno è previsto il weekend lungo venerdì-sabato-domenica). Il terzo anno prevede ulteriori 64 h di supervisione.

 

Il monte ore del triennio è di 472 ore (più 250 h di tirocinio, per un totale di 722 h).

 

La frequenza alle attività formative è obbligatoria.

 

A conclusione del secondo anno è richiesto un tirocinio di 250 ore da svolgersi in strutture private, pubbliche o convenzionate, sotto la responsabilità di un musicoterapista tutor.

 

A conclusione del corso e a superamento positivo della valutazione finale viene rilasciato un "Diploma di musicoterapia".

 

Il tirocinio è attivato a conclusione del secondo anno. Il corsista è tenuto a svolgere un tirocinio di 250 ore presso strutture private, pubbliche o convenzionate, sotto la responsabilità di un musicoterapista tutor. La direzione del corso programma e organizza il tirocinio dei vari corsisti individuando la sede e il musicoterapista tutor. Il tirocinio viene svolto nell'ambito del trattamento e dell'assistenza a pazienti psichiatrici e geriatrici, nel campo dei disturbi psicointellettivi dell'età evolutiva, nel settore della psicoprofilassi pre e post partum, nell'ambito dei trattamenti riservati a pazienti in stato di coma. Ogni corsista effettua il proprio tirocinio in più ambiti clinici. Per lo svolgimento del tirocinio la scuola mantiene rapporti continuativi con diverse realtà terapeutiche, assistenziali e di ricerca:
Centri Convenzionati, Aziende sanitarie, Cliniche Universitarie, Centri Geriatrici, Comunità Terapeutiche.

 

Il tirocinio si articola attraverso tre diverse fasi:

a) conoscenza della struttura in cui si effettua il tirocinio (organizzazione, tipologia dei pz, modalità di funzionamento...);
b) osservazione dei trattamenti effettuati e approfondimento degli aspetti teorici, metodologici e tecnici;
c) scelta di un caso clinico, partecipazione allo svolgimento delle sedute con la funzione di musicoterapista e graduale coinvolgimento personale nella conduzione del trattamento.

 

Il musicoterapista tutor si preoccupa di favorire il processo di conoscenza e di crescita personale del corsista; il musicoterapista tutor illustra gli aspetti organizzativi e tecnico-professionali del servizio di musicoterapia ed evidenzia le problematiche e le difficoltà del tirocinante. Il caso clinico seguito dal tirocinante verrà poi presentato nell'ambito degli incontri di supervisione.

 

Il tirocinante per la presentazione del "caso" è tenuto a illustrare dettagliatamente i seguenti aspetti:

a) istituzione in cui si è effettuato il tirocinio;
b) caratteristiche del caso clinico seguito dal tirocinante;
c) osservazione e bilancio psicomusicale del caso clinico;
d) progetto, intervento e successive verifiche.

 

Il tirocinante è tenuto a produrre protocolli descrittivi delle sedute di musicoterapia unitamente a materiale video per l'analisi dettagliata di alcune fasi del trattamento di musicoterapia.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la COOKIE POLICY.